Pagine

mercoledì 29 agosto 2012

Fantastichiamoci!















Questi sono alcuni "esperimenti" che ho fatto ultimamente.
Tutto è cominciato da delle pennellate casuali fatte da una bimba di 4 anni sul foglio. Osservandole, ho cominciato a vederci delle forme, e quindi mi son lasciata andare. Mi sono divertita un mondo! :)


These are some "experiments" I've done lately.
It all started with the random brush strokes on a sheet ,made ​​by a four years child. Watching them, I began to see shapes and then, I released my fantasy.  Enjoy it! :)




domenica 26 agosto 2012

"Il grande viaggio del piccolo pomodoro" (progetto editoriale con Barbes editore)


Copertina


                          

                                               Il piccolo pomodoro in viaggio





                     L'Insalata, il Pomodoro e la Cipolla, parlano davanti al camino.






Il Piccolo Pomodoro


L'insarasta

           
                                                     


martedì 21 agosto 2012

Innamorarsi di uno sguardo



Qualche giorno fa, disegnando sul mio inseparabile blocco degli schizzi, ho creato LUI.
Mi sono innamorata del suo sguardo, pur non comprendendone ancora il motivo.

A few days ago, drawing on my inseparable sketchpad, I created HIM.
I don't know why, but I'm in love with his glance.

lunedì 20 agosto 2012

Evvai con le donnine!


Lara


Red Sonja


Storm


Ecco qua alcuni dei miei ultimi esperimenti finalizzati alla ricerca del mio stile.
    ( Matita e Digitale)
      Here are some of my latest experiments aimed to searching 
    my style.
     (Pencil and digital)

venerdì 10 agosto 2012

Esercitiamoci un po'


Rabhas

Afternoon



Fennec


Learning is fun with Freddy!

Sunset


Black Mamba

Esercitazioni di colorazione a olio, fatte durante il corso scolastico

mercoledì 8 agosto 2012

Elianto parte 2

                                                                     
                                                           "Tangenziale"

"Ebenezer Sinferru, Carmilla Drosera e Brot Caolila volavano nella galleria sotterranea, sopra milioni di auto incolonnate. I fumi di gas di scarico intasavano di nuvole la loro rotta. E dal basso giungevano urla e lamenti di dannati, gemiti di clacson, cozzar di portiere, stridere di cacciaviti sulle carrozzerie.
Le moto rosse dei diavoli stradali correvano qua e là rassicurando gli automobilisti che era solo questione di pochi minuti.

I tre volavano vicini ma con diverso stile.
Ebenezer aveva un battito d'ali lento ed elegante, da fenicottero, Carmilla volava planando con la leggerezza d'un falco, schivando i diavoli che cercavano di abbordarla, Brot batteva freneticamente le ali come un calabrone, emettendo un ronzio da motofalciatrice.

Solo ogni tanto, grazie a un rapido turbopeto, guizzava verso destra o sinistra, nel tentativo di mangiarsi un batistrello al volo."

Stefano Benni - Elianto


                                                     "Addio Morbo dolce."

"Ora, entrando uno alla volta dalla finestra, ben dieci visitatori fuori orario invasero la camera magica, e si disposero intorno al letto, attenti a non far rumore. La prima ad avvicinarsi a Elianto addormentato fu Boccadimiele. Aveva in mano due fiale: in una c'era la pozione di Persefone, nell'altra il ricordo meraviglioso.
Li versò insieme: si udì un lieve frigolio aspiriniesco e il bicchiere fu pieno di senno.

Poi fu la volta di Tigre Triste. Posò la sua spada di legno sulle coperte, vicino alla mano del ragazzo.
- Il Maestro capirà - lo rassicurò Fuku - ora è lui il vero guerriero.
Visa e PAt donarono un origami di carta, un bellissimo drago. Purtroppo non era visibile a occhio nudo, ma l'importante era il pensiero.

- E noi che regalo facciamo? - disse Brot.
- Non dubitare - lo rassicurò Ebenezer - il Kofs farà grandi cose per lui.
- Ma io vorrei lasciargli un mio ricordo. Che ne dite di un pezzo di coda? - Carmilla stava per dargli un'unghiata di disapprovazione quando si udirono dei passi in corridoio.

[...] Ecco un bel regalo da fare a Elianto - disse Carmilla - Malcinea, sorellina mia telepate, puoi sentirmi?
Mandaci giù il dottor Siliconi. Procedura d'urgenza.

Nei corridoi, risuonò una risata satanica."

Stefano Benni - Elianto

lunedì 6 agosto 2012

Elianto

"Elianto, nel dormiveglia, ripensava al sogno di quella notte.
 Era disteso sulla spiaggia, davanti a un mare notturno di olio nero.
[...] Suo nonno in piedi, con un vestito il doppio della sua taglia, un bambino vestito da grande, il volto rugoso illuminato dal satellite naturale, gli indicava le stelle con un bastone:
-Boothe, Sirio Andromeda e la tua febbre, lassù.
Ma Elianto non riusciva a sollevare la testa, era inchiodato alla sabbia da una mano imperiosa e maligna.
Non posso guardare, sospirava. Allora il nonno posava sulla sabbia un bicchiere, tenendolo chiuso con una mano. Dentro c'erano delle lucciole, o qualcosa di simile. Danzavano, al suono della musica lontana.
- Eccole qua, allora, le tue stelle - diceva il nonno - Boothe, Sirio, Andromeda.
 E quella che brilla di più è la tua pena. 
Le ho prese dalla colonia dei sordomuti, mentre dormivano, nella camera dalle finestre scheggiate..."

Stefano Benni - Elianto

domenica 5 agosto 2012

Il Piccolo Principe (The Little Prince)















from the backstage














 Nel realizzare questo progetto mi sono divertita molto, ma soprattutto mi sono stupita di me stessa: non avrei mai pensato di riuscire a maneggiare il fimo. Non sono andata poi così male!  :)